Il dolore del fotografo cinese Wang Hui: “Ciao Giovanni, fratello napoletano”

Ha appreso della morte del suo collega e amico alle 4.30 del mattino in Cina. Wang Hui, fotografo internazionale che in Italia lavora presso l’università di Perugia, non si da pace. Conosceva bene Giovanni Battiloro, il videomaker 29enne di Torre del Greco scomparso insieme a tre amici in seguito al crollo del ponte Morandi di Genova.

Non posso dire niente, anche perso Matteo.Tutti bravissimi amici. Io ancora non mi credo.Abbiamo fatto una progetto…

Pubblicato da Wang Hui su Giovedì 16 agosto 2018

Con lui aveva realizzato un progetto a Napoli e avevano altre lavorazioni in programma. Si sentivano spesso e non solo per questioni relative ai loro progetti professionali.
“Mio fratello, Giovanni, è uno ragazzo bravo – scrive Wang Hui su Facebook in un italiano, giustamente, stentato -. Lui ha fatto sacco di cose per il Vesuvio. Lui non hanno detto niente con i altri. Abbiamo andato Vesuvio, c’è un posto di mondana, qualcuno ha fatto casino di questo posto, lui arrabbia, piange, pulire , non ha detto niente con altri. Lui sempre fatto sacco di cose, anche un bottiglia della strada, lui ha visto e poi fermata la macchina per prendere il rifiuto bottiglia di vetro . Anche sacco di cose piccole”.

“Lui ama la città, ama la montagna, è il mio primo fratello in Italia a Napoli. Non c’è niente razzismo. Anche sempre regalato portami al mare, a casa da mangiare.Non posso dimenticare sua sorridere della mia vita. Abbiamo Ancona non c’è tempo salute. Che cazzo ho fatto, devo portare tu venire con me in Cina. Anche Matteo, già fatto la casa nuova. Abbiamo parlato dei nostri sogni. Come facciamo insieme. Fra, non lo so cosa devo farò per te. Sono in Cina , hai sentito il mio senso. Io sempre detto, dobbiamo come essere sempre calmo. Però io non posso. Io non posso. Loro devono pagare il loro vita!”.

©️Voce di Napoli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *